user_mobilelogo

Che cos’è l’esumazione?

E l'operazione cimiteriale che consente di recuperare i resti mortali di un defunto sepolto nel terreno dopo un periodo necessario alla mineralizzazione della salma.

Si effettua sia nei campi inumativi, trascorsi almeno dieci o trent’anni, sia nei campi ove sono state reinumate le salme che, esumate la prima volta, sono risultate indecomposte.

Come faccio a sapere quando scade?

I programmi delle esumazioni annuali o semestrali sono resi noti alla cittadinanza mediante l’affissione di pubblici manifesti, per almeno 90 giorni consecutivi precedenti quelli delle operazioni cimiteriali, all’albo pretorio comunale, agli ingressi dei Cimiteri, dei Campi oggetto delle esumazioni, nelle Delegazioni Anagrafiche, negli spazi pubblici comunali, nei Consigli di Zona ed in tutte le strutture pubbliche di maggior affluenza, oltre che su questo Sito Web. La programmazione delle esumazioni viene, inoltre, comunicata per lettera ad uno parenti più prossimi del defunto.

La scadenza è uguale per tutti?

Attualmente i termini sono prolungati di qualche anno, anche per favorire la mineralizzazione delle salme.

L’art. 84 inoltre recita che “Salvo i casi ordinati dall'autorità giudiziaria non possono essere eseguite esumazioni straordinarie:

  1. nei mesi di maggio, giugno, luglio, agosto e settembre, a meno che non si tatti di cimitero di comune montano, il cui regolamento di igiene consenta di procedere a tale operazione anche nei mesi suindicati;
  2. quando trattasi della salma di persona morta di malattia infettiva contagiosa, a meno che siano già trascorsi due anni dalla morte e il coordinatore sanitario dichiari che essa può essere eseguita senza alcun pregiudizio per la salute pubblica;
  3. quando si accerti che in un cimitero, per particolari condizioni di composizione e di struttura del terreno, la mineralizzazione dei cadaveri si compie in un periodo più breve, il Ministro della sanità, sentito il Consiglio superiore di sanità, può autorizzare l'abbreviazione del turno di rotazione, che, comunque, non può essere inferiore a cinque anni.

Di seguito alcuni esempi deii differenti periodi di esumazione:

  • 10 anni per i Campi Adulti, Bambini, Sacerdoti, Monache e Islamici
  • 5 anni per i Campi Feti e Salme non mineralizzate
  • 90 anni per il Campo Israelitico
  • 20 anni per il Campo Palme

Che cos’è l’esumazione straordinaria?

Sono straordinarie tutte le esumazioni effettuate prima dei termini previsti per le esumazioni ordinarie e comunque non oltre gli otto mesi dalla sepoltura, fatti salvi i casi previsti per legge. Vengono autorizzate esclusivamente per abbinamenti, traslazioni, trasporto in altro comune, cremazioni, tumulazione in tomba di famiglia. Da maggio a settembre compresi, sono vietate le esumazioni straordinarie (D.P.R. 285/90).

Quando è autorizzata un'esumazione straordinaria?

L’esumazione straordinaria può avvenire nei seguenti casi:

  1. disseppellimento del cadavere a richiesta dei familiari sia per il trasferimento in altro tipo di sepoltura, per procedere a cremazione o, a richiesta dell’Autorità giudiziaria,prima della scadenza ordinaria (10 anni);
  2. qualora si accerti che col turno di rotazione decennale la mineralizzazione dei cadaveri è incompleta, esso deve essere prolungato per il periodo determinato dal Ministro della sanità. Decorso il termine fissato senza che si sia ottenuta la completa mineralizzazione dei cadaveri, il Ministro della sanità dispone per la correzione della struttura fisica del terreno o per il trasferimento del cimitero;
  3. per le esumazioni straordinarie ordinate dall'autorità giudiziaria le salme devono essere trasportate in sala autoptica con l'osservanza delle norme da detta autorità eventualmente suggerite.

Chi decide l’esumazione straordinaria?

Vengono autorizzate esclusivamente per abbinamenti, traslazioni, trasporto in altro comune, cremazioni, tumulazione in tomba di famiglia e entro 8 mesi dalla data di inumazione.
Da maggio a settembre compresi, sono vietate le esumazioni straordinarie (D.P.R. 285/90).

Le salme possono essere esumate prima del prescritto turno di rotazione per ordine dell'autorità giudiziaria per indagini nell'interesse della giustizia o, previa autorizzazione del sindaco, per trasportarle in altre sepolture o per cremarle.

Dove vanno i resti esumati?

Possono essere inseriti all'interno di una celletta in ossari, colombari, tombe 99nnali oppure cremati.

Chi decide la cremazione dei resti?

E' sufficiente la volontà espressa dal coniuge o dal parente più prossimo.

Quando posso decidere?

Almeno 20 giorni prima dell'esumazione ordinaria.